martedì 12 marzo 2013

5.6 - Paperwork e prima bozza della lettera.

Abbiamo lavorato su altri documenti....
Ho fatto la visita medica dal dottore e le analisi del sangue, siamo andati in motorizzazione per farci rilasciare il documento di buona condotta e siamo andati in polizia a lasciare le impronte digitali.

Poi domenica sera ci siamo messi a lavorare sulla birthmother letter.
La prima volta per fare la prima versione ci avevamo messo settimane... invece sta volta abbiamo prodotto la prima bozza (solo testo) in un'oretta, riciclando buona parte della versione precedente e introducendo nuove sezioni per Little D. L'abbiamo spedita e ora attendiamo risposta, mediamente vanno fatte 5 revisioni prima di giungere a quella finale.
Dobbiamo ora iniziare a lavorare sulla scelta delle foto e farci fare una bella foto-copertina :-)

L'assistente sociale ci ha mandato un'email ieri che conteneva la bozza della sua relazione... dice che siamo approvati e che Little D e' un bambino curioso :-).


Intanto.... queste sono le immagini di una campagna shock di qualche giorno fa a new york nei confronti della teen pregnancy (era uscito un articoletto anche su repubblica.it).
Dice che ci sono stati molti pareri discordanti, soprattutto perche', anche se i contenuti sono veri, quello che fa la campagna e' semplicemente addossare colpe alle teen-moms.
Non saprei.

lunedì 4 marzo 2013

5.5 - Il punto di vista

Stavo cercando una cosa, e mi sono imbattuta nel blog di una birthmom.
Ci sono due post che mi sono piaciuti, perche' riassumono e spiegano bene tante cose.
Se volete leggere il punto di vista di una birthmom, eccoli qui:
http://www.thehappiestsad.com/2013/01/a-few-things-you-should-know.html
http://www.thehappiestsad.com/p/how-to-irritate-birth-mother.html

Riporto solo questo, visto che ne avevo parlato tempo fa:

"2. “I could never do that.”
This one is infamous in the adoption world. I think this of all statements is the one that most would consider harmless. But when I hear that, I want to ask, “Why? Why couldn’t you do that? Wouldn’t you want the best for your baby?” So often the tone in which it is said implies that the birth mother has erred or acted impulsively or been careless, or that she did it because she doesn’t love her child. Adoption is not a choice made lightly or impulsively, and it is certainly not made because of a lack of love. Adoption *is* love. As my friend Tamra says, if I’d loved my baby just an ounce less, I would have kept her. I placed her because I love her.
I also liked Tamra’s advice to me on dealing with this comment. She said to tell people, “No, you probably couldn’t,” in a tone that implies that I am a much stronger person than they are.

If you would say to a birth mom, “I could never do that” to try to tell her that you admire her strength and courage, consider phrasing it differently. Just tell her that you admire her strength and courage and that you can’t imagine how hard it must have been for her."

venerdì 1 marzo 2013

5.4 - L'assistente sociale

L'assistente sociale ha il compito di intervistare i genitori adottivi e valutarne l'idoneita', inoltre ha una lista di cose che deve controllare dentro casa per vedere se e' tutto a posto in termini di baby-proofing.
Anche noi avevamo la lista, e cosi' la sera prima (martedi) ci siamo messi all'opera:
- i medicinali in apposita scatola chiusa a chiave o con combinazione: i nostri medicinali non entravano tutti nella scatoletta, per cui ne abbiamo nascosti alcuni nei cassetti sotto i vestiti :-/;
- vernici, pesticidi e similari in apposito contenitore chiuso a chiave: noi tutte queste cose le abbiamo in garage, ma non abbiamo ancora un'armadietto da chiudere a chiave... fortunatamente la porta che divide la casa dal garage ha una levetta (tipo quella dei bagni pubblici) ad altezza "adulto", che avevamo deciso di giocare come carta-jolly anziche' il lucchetto... tra l'altro non avendola mai usata non ci eravamo accorti che non funzionava, quindi il marito si e' messo li' con la seghetta da ferro a sistemarla;
- la hot-tub deve avere coperchio con una certificazione ASTM: il coperchio attuale cade a pezzi e non si chiude bene, ma il giorno stesso eravamo andati in negozio a farci fare un preventivo per quello nuovo;
- le scale devono avere cancelletto in cima e in fondo: noi ce l'abbiamo solo in fondo, ma avevamo ordinato il giorno prima quello da mettere in cima alle scale;
- l'apertura tra le sbarre delle scale deve essere minore di tot centimetri: le nostre sono piu' larghe, ma avevamo scoperto che esistono delle "reti anti-bambino" apposite.
Il resto era invece a posto: i detersivi in alto in modo che i bambini non le possano raggiungere, macchina munita di car-seat, kit di primo soccorso in casa, estintore in garage, rilevatori anti-incendio e per il monossido di carbonio ecc.
Sapevamo che avremmo potuto mandare "documentazione fotografica" in un secondo tempo per le cose da sistemare, quindi non eravamo preoccupati.

Come al solito pero' la vita e' imprevedibile, e quindi c'e' sempre qualche imprevisto a movimentare le cose.
Mercoledi' mattina suonano alla porta, e' l'assistente sociale, apro e mi trovo davanti una signora "avanti con l'eta'" che cammina con il bastone. Nessun problema per me, solo che Little D non ha mai visto nessuno camminare con il bastone... e quindi e' incredibilmente attratto da questo bastone, lo vuole prendere a tutti i costi, lo tira, la signora rischia di cadere, e a fatica arriviamo tutti a sederci al tavolo della cucina :-/.
L'intervista va bene, piu' che altro e' una chiacchierata, ci fa delle domande su come e' andata la prima adozione, perche' vogliamo adottare di nuovo, cosa pensano le nostre famiglie ecc.
Poi lei dice "ora facciamo il tour della casa", e li' di nuovo Little D all'inseguimento del bastone :-/.
Noi le diciamo "qui manca il cancelletto ma lo abbiamo gia' ordinato, qui la ringhiera e' troppo larga ma stiamo per comprare la rete, li' fuori c'e' la hot-tub ma il coperchio non e' a norma ma lo stiamo per cambiare" e lei ci risponde candidamente che tutte quelle cose non le avrebbe notate e ci ringrazia per la sincerita' ... delle vernici in garage non ne abbiamo proprio parlato!
Trattenere Little D e' stato faticoso...  lei ha detto "che bambino curioso", e direi che e' andata.
Insomma, il fatto che Little D dopo 15 mesi e' ancora sano e salvo (oltre ad essere sano e in salute) dovrebbe essere prova sufficiente .. spero :-)

Settimana prossima ci aspetta un po' di burocrazia.

[mi scuso per le sgrammaticature e per le consecutio temporum, ma ho scritto con i piedi, e con gli occhi chiusi :-/, pero' ci tenevo a dare notizie]