lunedì 11 novembre 2013

6.7 - Perplessa

Non ho piu' scritto perche' non e' successo nulla nel frattempo, nemmeno siamo piu' andati al gruppo di supporto, quindi il materiale scarseggia... pero' e' successa una cosa "strana".

Venerdi ci e' arrivata un'email dalla grande capa dell'agenzia che diceva piu' o meno cosi':

"Alcuni nostri clienti [cioe' famiglie in attesa di adottare] hanno ricevuto dei messaggi minatori sulle loro pagine facebook, messaggi che citavano una certa legge in base alla quale le singole famiglie adottive non possono farsi pubblicita' sui media per cercare un bimbo in adozione [l'agenzia puo'], ma noi riteniamo che la pagina facebook non sia pubblicita'. Vi invitiamo pero' a sostituire le frasi del tipo "famiglia cerca bimbo in adozione" con "il nostro viaggio verso l'adozione" e similari.
Ah, se vi state facendo pubblicita' con google ads sappiate che e' illegale".

????

Qui c'e' qualcosa che non quadra.
Fino a ieri ci invitavano a farci pubblicita', a usare google ads, a creare pagina facebook e sito personale...e ora questa novita'?
Noi abbiamo scelto l'agenzia perche' e' una delle agenzie  con piu' esperienza nel settore, tot anni alle spalle ecc... e ora non sanno cosa e' legale fare e cosa no??
Per fortuna google ads non lo stiamo usando (ma l'abbiamo usato nella prima adozione), la nostra pagina facebook e' molto discreta, cosi discreta che solo ora mi sono resa conto di non aver mai scritto da nessuna parte che stiamo cercando di adottare di nuovo [prob pensavo le birthmom avessero la sfera di cristallo... ma visto quanto e' successo lo lascio cosi].
Mi chiedo pero' cosa succedera' delle pagine web personali... non ci hanno scritto nulla al riguardo, abbiamo fatto la domanda per email, ma gli uffici riaprono domani [negli USA oggi e' "festivo"].

Perplessa.

9 commenti:

Luciano ha detto...

Io andrei a cercare la legge in questione. Viene indicato qual è?
Da come la scrivi la interpreto così: la legge dice che non potete farvi pubblicità, ma non dice esplicitamente cosa è pubblicità e cosa no. E a quanto pare i geni dell'agenzia si sono accorti solo ora di questa legge. Oppure è una novità.
E incrociamo tanto le dita per voi, magari nonostante tutto, arriva il momento della desiderata seconda adozione

Agnes P ha detto...

Ma non è che il mittente di questi messaggi minatori è qualche avvocato in cerca di clienti?

ha detto...

Incredibilmente - per gli USA - sembra un approccio all'italiana: fatto la legge trovato l'inganno, FB sì ma cercate di non far capire perchè lo fate... :(

Tanti pensieri positivi per voi.

Il Frutto Della Passione ha detto...

Sono perplessa anche io.
La mail che hai ricevuto mi sembra poco chiara. Penso che un messaggio del genere, debba essere accompagnato da una spiegazione.
Fai benissimo a contattare l'agenzia, appena possibile.
Se puoi, facci sapere cosa dicono!!

Mel. ha detto...

Bah :/

Nikla ha detto...

A giudicare dalla vostra pagina e fb non avete nulla da cambiare o di cui preoccuparvi...
Però posso immaginare le pubblicità fatte da alcune famiglie americane in stile zio sam con la scritta I want you :-)
Probabilmente non saranno stati tutti così sobri e l'agenzia non ha pensato a questo problemino...

mamma, che emozione! ha detto...

Mah, spero abbiano saputo darti spiegazioni, ci credo tu sia perplessa.
Io vi penso

Sandra ha detto...

Leggo solo ora Marica, facci sapere, anche questo blog in caso potrebbe essere fuorilegge? Abbraccione

Marica ha detto...

allora... ci hanno detto che questi messaggi cmq anonimi sono probabilmente da parte di qualcuno "anti-adozione", dicono di non preoccuparci perche' solo la pubblicita' "pagata" e' eventualmente illegale, tipo google ads, quindi di non preoccuparci del nostro sito ne' della pagina facebook.
ok.. noi google ads non l'abbiamo usato, anche se l'agenzia fino a poco tempo fa incoraggiava a farlo

dita incrociate!