domenica 15 settembre 2013

6.6 - Tutto tace, ma intanto...

Qui tutto tace.
Presa da altre cose, l'attesa la sto vivendo tranquillamente. Quello che mi turba per ora e' solo la "non programmabilita'" del nostro futuro... andiamo avanti con piccoli orizzonti temporali.
Dopo averci pensato un po', spinti da un certo ottimismo (o pessimismo, dipende dai punti di vista) abbiamo comprato i biglietti aerei per rientrare in italia durante le vacanze di Natale.
Staremo a vedere se anche stavolta succede qualcosa o se voleremo tranquilli.

Ma intanto i nostri pensieri sono andati tutti a sostenere (a distanza) dei nostri compagni di viaggio....
Sono sempre stata una fan del blog di Alice, e quando poi l'ho incontrata per la prima volta nel novembre 2011 me ne sono innamorata anche di persona :-P. In quell'occasione mi disse "anche noi stiamo pensando all'adozione", io ero nel pieno delle incertezze riguardo Little D (che stava per nascere), l'ho abbracciata forte e ho sperato di rivederla presto....
Ci siamo riviste dal vivo ad Aprile di quest'anno... il suo progetto adozione si stava concretizzando, stava per uscire dal mare della burocrazia.... a Luglio e' iniziata la sua avventura: all'inizio incertezze, dubbi... poi la telefonata all'improvviso, e poi via si parte... e io qui dall'altro lato dell'america ho vissuto un po' in diretta un po' in differita (grazie ancora alla sua life coach - addetta alle pubbliche relazioni :-P ) la fantastica e faticosa storia che ha portato un bimbo tra le braccia di una mamma e di un papa' :-).
E ora si, vorrei tanto rivederli di nuovo, e sarebbe bello che Little D e Little T diventassero amici.
Chissa' la vita dove ci portera'... intanto, per chi non la conoscesse, questa e' l'avventura di Alice (e post successivi).

E noi qui aspettiamo che una birthmom ci consideri di nuovo degni del dono piu' prezioso.
Apettiamo fiduciosi.

11 commenti:

lucia ha detto...

Sapete che voi e il panda rosso siete sempre nei nostri pensieri :-) aspettavo un aggiornamento del blog ed eccolo qua, è vero che tutto tace, ma non significa per forza che sia tutto fermo ;-) una valanga di vibrazione positive anche da qua! Ah avevo letto (e anche commentato a volte) i post di alice, tutti i giorni andavo a controllare se c'era una nuova puntata della storia e avevo contagiato anche mauri :-) una bellissima avventura a lieto fine!

Anonimo ha detto...

purtroppo sì uno degli aspetti brutti dell'adozione comune a tutti i diversi iter è l'incertezza per cui diventa difficile fare programmi.
Spero ce la vacanza natalizia preveda una tappa verso nord.
un bacione grande Sandra quella di Natallia

sfollicolatamente ha detto...

Oh cara, questo post sull'attesa e sul tenersi occupati potrei averlo scirtto pure io...forza forza, che alla fine per voi sicuramente arrivera' il vostro Sogno n.2, e' solo questione di tempo!
La storia di Alice l'ho letta giusto giusto ieri (era da un po' che non leggevo il suo blog, ma mi e' sempre piaciuto come scrive, e' davvero in gamba), che meraviglia, quante emozioni, sono contentissima per loro!

alinipe ha detto...

Che poi, se non fosse stato per il TUO blog e la TUA storia noi e il nano da giardino non ci saremmo mai trovati, ci pensi?!
Ora aspettiamo pazienti il pandino mancante (e nel frattempo qui ci diamo dentro con la produzione di polmoni)... e poi si va tutti in campeggio assieme!! ;)

Alice ringraziatrice

Marica ha detto...

lucia: si, ho letto i tuoi commenti da alice :-P

sandra: mi piacerebbe tantissimo!! i giorni pero' sono come sempre pochi :-(

sfolli; :-)

alinipe: :-D

Nikla ha detto...

La quiete prima della tempesta...
Vi aspettano altre emozioni incredibili...e magari i biglietti aerei già fatti vi porteranno fortuna ;-)
Che bella la storia di Alice! Un abbraccio

Nikla ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luciano ha detto...

Il panda n. 2 arriverà. Si fa attendere come tutti i protagonisti.
Ma toglimi una curiosità. Alice, anche dal vivo sembra la Littizzetto con le battute in grande stile? Me l'immagino poi con l'accento torinese, la Littizzetto della east coast.
Sotto con l'operazione inchiatta il nano e produzione di polmoni

Anonimo ha detto...

Che belle queste storie sbuco qui dal blog di Alice e se la vedi salutamela che ho la connessione ballerina e mi trovo a los angeles ...... Delicate .....michelarosa non so se si ricorda .......tanti auguri per il tuo blog e la bellissima famigliola

mentretiaspettorido ha detto...

Ciao! Arrivo qui dal commento che hai lasciato nel mio blog. Ho letto solo qualcuno dei tuoi post, perciò non conosco benissimo la tua storia... Ho capito che anche tu stai adottando, e mi pare di capire che hai già un bimbo, vero? :-) Da quel poco che ho letto le adozioni in America seguono un iter totalmente diverso rispetto all'Italia... Me l'aveva già accennato una ragazza che ha adottato in Sud America, e anche le assistenti sociali che ci seguono. Dai post che ho letto mi sembra che l'adozione negli USA sia molto più semplice e con un approccio totalmente diverso rispetto all'Italia. Essere contattati direttamente da donne che hanno intenzione di dare il figlio in adozione qui da noi è pura fantascienza. Non so quale sia il percorso migliore, ma vi faccio un grosso in bocca al lupo!

Marica ha detto...

mentretiaspettorido: si, qui e molto diverso.... inbocca al lupo anchea voi!!!