martedì 11 dicembre 2012

4.8 - La seconda visita in Oregon

Siamo tornati su in Oregon per il compleanno di Little D.
La verita' e' che non c'e' poi molto da dire....
Si, siamo stati bene, e si pioveva :-/.
Come l'altra volta ci sono stati momenti in cui nessuno era libero per poterci incontrare, e altri momenti in cui tutti erano liberi per poterci incontrare (ma non contemporaneamente).
Ci sono stati giorni in cui Little D era stanchissimo perche' gli saltavano i riposini, ma nonostante questo si e' sempre comportato bene, meglio dell'altra volta!

Quello che mi preoccupa dei birthparents e' che hanno queste vite un po' in bilico oserei dire, il cui futuro sembra incerto, che potrebbe andare bene (e lo speriamo tutti), ma anche no.

I nonni ci hanno ringraziato tanto per la visita, e per come stiamo crescendo Little D.
Noi facciamo del nostro meglio.
La verita' e' che quando andiamo su lo facciamo in primis per Little D.
Perche' lui ora e' ancora piccolo e tante cose ancora non le capisce, ma arrivera' il giorno in cui ci fara' tante domande, in cui si chiedera' e ci chiedera' se e' stato sempre amato. E cosi' noi cerchiamo di costruire ricordi per lui (to build memories).
Peccato che la macchinetta fotografica si era rotta, e di memories ne ho costruite ben poche sta volta :-/.

9 commenti:

Brioscina ha detto...

Ammiro sempre il tuo coraggio, io sarei taaanto gelosa!
Però credo che stai facendo la cosa giusta per little D, sapere di non essere stato abbandonato, ma che anche al sua famiglia biologica lo ama e si interessa a lui credo che potrà fare davvero la differenza nel suo sviluppo emotivo. Purtroppo ho avuto tante esperienze a me vicine di adozioni tradizionali in cui i bambini hanno avuto, a un certo putno, un "rifiuto" della famiglia adottiva, dovuto alk fatto che loro stessi si sono sentiti inizialmente rifiutati dalla loro famiglia di origine.
Credo che con un'adozione aperta questi problemi si possano superare molto più facilmente.

Gaia ha detto...

Gli state costruendo ricordi, e radici.
Dopo l'amore e la protezione, non c'è nulla di più importante che gli possiate dare.
Siete, come sempre, magnifici!

Anonimo ha detto...

Aspettavo questo post, anche se alla fine è un post "perplesso". Penso sia normale che adesso i birthparents siano poco coinvolti, se no non si spiegherebbe la scelta che hanno fatto per D. Sono giovani e hanno altro a cui pensare! Sarebbe stato allarmante se al contrario si fossero dimostrati troppo coinvolti. Ma per come l'hai vissuto tu, credi che a loro abbia fatto piacere, o tristezza, o quale sentimento hai letto in loro?
Clara V

ero Lucy ha detto...

Sempre piu' felice di leggere che quei due genitori abbiano ragionevolmente scelto di tutelare quel bimbo concedendone l'adozione. Grande atto di amore il loro, cosi' come continuate a fare voi tessendo ricordi e legami.

Marica ha detto...

brioscina: oh no!!!! :-(
ho letto da qualche parte (ma non so se si applica sempre) che i bambini una volta che capiscono che sono stati adottati ecc temono che anche la loro famiglia adottiva sia "transitoria" e bisogna rassicurarli tanto su questo :-/

gaia: :-D

clara: hai perfettamente ragione... loro ora si stanno ricostruendo una vita (ognuno per conto proprio) e hanno altro a cui pensare...
guarda, durante gli incontri li vedo sempre sereni e sorridenti.
quello che so e' che poi lei ci sta in qualche modo "male" per un po'... invece lui lo vedo in qualche modo "amareggiato".
Insomma, li vedo contenti per Little D ma "sad" per loro o il loro futuro.
Almeno, questa e' la mia impressione.

ero Lucy: :-)

Il Frutto Della Passione ha detto...

Ho scoperto il tuo blog qualche mese fa, con enorme piacere.
Come te vivo al di là dell'oceano, sono diventata mamma a luglio tramite adozione nazionale. Nel mio caso l'America in questione è quella del sud, Brasile.
E' molto raro trovare persone che hanno seguito un iter differente dall'adozione internazionale per abbracciare il proprio figlio.
Mi piacerebbe molto scriverti in privato, vorrei scambiare con te alcune idee, soprattutto riguardanti la parte italiana.
Se ti va, mi farebbe piacere avere la tua e-mail.
Hai una storia bellissima da raccontare, un giorno, al tuo Little D!!
Saluti
Eva

Marica ha detto...

eva: ma che bello!!!!
si, scrivimi: vitaasandiego@gmail.com :-)

missSunshine ha detto...

Tu e tuo marito siete speciali marica!! è bello che Little D possa conoscere e sapere e prendere tutto questo amore...
Sono d'accordo con Clara, se i birthparents hanno deciso di lasciare a voi il compito di essere i genitori di D., è proprio per quello che tu hai visto e provato guardandoli...
Peccato per le foto!:-(
Vi mando tanti tanti baci!!

Mel. ha detto...

non avra' molte foto stavolta, ma avra' ben altro..nel suo piccolo dolce cuore :)